solo-head-1-1200x1124.png
20/Set/2020

Una panoramica aggiornata del settore tecnologico e metodologico in continuo sviluppo. Tenendo in considerazione le crescenti esigenze nel campo della medicina, che mirano a ridurre i tempi di recupero funzionali post traumatici compatibilmente ai meccanismi biologici riparativi.

SABATO 17 OTTOBRE 2020 presso lo SPAZIO FORMAZIONE TECNOMEDICAL in Via Caduti sul Lavoro 6 – 60019 Senigallia (AN)

PROGRAMMA DEL CORSO

09:00-09:30  Registrazione dei partecipanti

09:30-11:00  Descrizione delle caratteristiche fisiche delle evidenze scientifiche dei dispositivi del corso: THEAL THERAPY & DOCTOR TECAR

11:00-12:00  Protocolli applicativi, case report e parte pratica per l’utilizzo della LaserterapiaTheal Therapy

12:30-13:00  Stunding Lunch

13:00-14:00 Lo sblocco neuromuscolare post traumatico trattato con il metodo Doctor Tecar Therapy

14:00-16:00 Protocolli applicativi, case report e parte pratica per l’utilizzo della Tecarterapia Doctor Tecar

Relatore del corso:

Dott.ssa Angela Amodio, fisioterapista

Il corso è gratuito e a numero chiuso. Si rilascia attestato di partecipazione
Per tutta la durata del corso saranno applicate idonee misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19.
All’ingresso in aula verrà misurata la temperatura e verranno messe a disposizione dei partecipanti gel igienizzante e mascherine.

ISCRIVITI AL CORSO


laserterapia-assistenza.png
20/Set/2020

Fai un check up gratuito dell'effettiva potenza di emissione del tuo laser.

La promozione è valida fino al 30 settembre.

I laser di vecchia generazione col tempo possono perdere la loro potenza originaria, ecco perchè devi farli controllare periodicamente.

I dispositivi Laser di vecchia generazione a causa dell’invecchiamento naturale degli apparecchi, oppure della opacizzazione delle ottiche o del disallineamento delle sorgenti, perdono potenza e quindi perdono di efficacia.

Se pensi che con il tuo laser non ottieni più gli effetti che ottenevi all'inizio devi considerare che l’usura ed il mancato aggiornamento incidono sulle sue prestazioni e sulla efficacia terapeutica.

L’impatto della potenza sulla terapia è fondamentale perché questa influisce sulla quantità di fotoni che arrivano in profondità attivando da parte della cellula le risposte metaboliche e fotobiomodulanti che sono caratteristiche della laserterapia.

L’effettiva potenza del Laser è indicata in una apposita targhetta gialla posta sul retro dell’apparecchio dal produttore.

La normativa vigente prevede che tale potenza corrisponda all’effettiva emissione   (con la tolleranza prevista dalla norma EN 60825-1) ed ecco perché è indispensabile controllare periodicamente quanta energia eroga realmente il tuo apparecchio laser.

I laser sono in continua evoluzione, hanno una importante evidenza clinica e sono di grande aiuto in molte patologie muscolo scheletriche ma è indispensabile che il loro funzionamento sia conforme a quanto progettato.

NORMATIVE IN MATERIA DI LASER

L’attuale quadro normativo regolarizza l’impiego e le relative procedure per la gestione delle apparecchiature attraverso misure generali di tutela a carico dei proprietari di laser.

Come tutte le apparecchiature anche i laser devono rispettare gli obiettivi di sicurezza delle direttive applicabili, come ad esempio la direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE.

In materia di Laser la normativa vincolante a livello internazionale è la IEC 608 25-1.

Tecnomedical contribuisce alla ripartenza dei fisioterapisti e i poliambulatori dopo il lockdown mettendo a disposizione il proprio personale tecnico per verificare gratuitamente le condizioni del tuo Laser.


PRENOTA UN CONTROLLO GRATUITO 


70856-11951725-1200x564.jpg
20/Set/2020

Gli ecografi per ginecologia ed ostetricia Mindray sono dotati di piattaforme software innovative, per una immagine migliore e una diagnostica ottimizzata. 

Lo scopo è semplificare la gestione del carico di lavoro quotidiano, indipendentemente dal tipo di pazienti e dalle sfide cliniche che si presentano.  

La piattaforma Software 3D/4D

  • Smart 3D (ricostruzione 3D a mano libera) 
  • 3D statico e Real Time
  • Multiplanar Imaging: per una migliore analisi e ricerca del particolare sui tre piani ortogonali con possibilità di allineare lungo lo stesso asse la patologia in esame, capendone ancora meglio la morfologia (anche cardiaca).·      
  • SMART FACE un solo pulsante per l'eliminazione degli artefatti o parti anatomiche anteposte al viso fetale.
  • STIC (SPATIAL TEMPORAL IMAGE CORRELATION 4D FETAL CARDIO) pacchetto cardiologico per lo studio del cuore fetale completo di software per l'acquisizione di immagini tridimensionali con sincronizzazione automatica sul battito cardiaco fetale.

Smart Pelvic Floor Ultrasound à Software esclusivo Mindray

Tool completamente automatico utile nelle disfunzioni del pavimento pelvico. Permette un rilevamento automatico dei piani anatomici e una semplificazione delle fasi operative per ridurre il tempo di esame e la dipendenza dall’utente.


    • iPage: per una valutazione multiplanare ed una  visualizzazione simultanea a monitor di ogni singolo piano di scansione da 1 piano a 25 piani; si tratta di una rappresentazione di facile interpretazione da parte dell’utilizzatore in quanto molto simile a quella CT/MRI;

     iLive + Hyaline: Metodo di rendering di ultima generazione, in grado di generare immagini foto/fetoscopiche fetali realistiche.

    Attraverso l'uso di un modello di illuminazione avanzata, iLive supporta una sorgente di luce virtuale e tramite delle tecniche di rendering avanzate viene riprodotto l’effetto della pelle.

     


     Smart FLC  (Smart Follicle -  3D 4D calcolo automatico follicoli)

    Con l’utilizzo di questi strumento è possibile calcolare automaticamente il numero e il volume di strutture ipoecogene partendo da un volume ovarico in 3D e di generare report facili da interpretare. Il software rileva automaticamente in un volume i follicoli, calcolandone automaticamente  il  numero e i diametri/volumi.



    Mindray-M6-VET.jpg
    20/Set/2020

    Il documento, redatto dalle tre Associazioni e che alleghiamo più sotto per la consultazione, distingue tra comportamento da tenere con paziente ricoverato in una struttura ospedaliera promiscua e il comportamento con paziente esterno e con classe di priorità urgente.

    Qui di seguito riportiamo il setting ambulatoriale su pazienti oncologici e urgenti.

    1. Tutti i pazienti devono essere considerati a rischio di trasmissione di COVID-19.

    2. Nelle sale di attesa ecografica deve essere presente solo il paziente e, non i familiari; i pazienti vanno tenuti a distanza di almeno 1 metro.

    3. Appena arrivano nell’ambulatorio va loro chiesto lo stato di salute. Pazienti con febbre o sintomi respiratori (tosse, raffreddore, mal di gola) vanno invitati a ritornare al domicilio e contattare il medico curante.

    4. Quelli asintomatici (la maggior parte) vanno invitati a sanificare le mani, dagli appositi dispositivi di erogazione del gel sanificante, predisposti all’entrata della sala di attesa, e viene consegnata loro una mascherina chirurgica (se non già in possesso, perché’ molti si presentano già con mascherine).

    5. Se l’infermiere rimane a 1 metro dal paziente può non mettere dispositivi particolari, altrimenti se si avvicina al paziente (come spesso necessario) la vestizione è come quella del medico.

    6. Il medico che esegue l’ecografia indossa mascherina chirurgica, visiera o occhiale, camice impermeabile monouso, cuffia monouso, guanti monouso.

    7. La sonda, coperta con coprisonda o guanto, va sanificata con gel disinfettante idoneo per ogni paziente.

    Qui di seguito un video prodotto da MINDRAY che spiega come disinfettare un ecografo (in questo caso modello M7).

    Sei interessato all’acquisto di un ecografo?Scopri la gamma degli ecografi MINDRAYSub Text


    Tecnomedical srl Via Caduti sul Lavoro, 6 · 60019 Senigallia (AN) · T. 071 7924993 · E. info@tmedical.it · P.I. 02495250421 · Informativa Privacy

    Copyright © 2018-2020. Tutti i diritti riservati. Powered by Pikta Studio