IMG_3235-1200x900.jpg
26/Nov/2020

MAGNETOLITH è la nuova tecnologia Storz Medical a trasduzione elettromagnetica nata per le patologie muscolo scheletriche e che trova largo impiego in diverse indicazioni, come le forme artorsiche, l’ernia al disco, le radicolopatie e le lombalgie aspecifiche.

Il centro di fisioterapia del Dr Ciabattoni è il primo nelle Marche a dotarsi di questa tecnologia innovativa e abbiamo voluto chiedergli cosa lo ha portato oggi ad acquisire la novità assoluta della nota casa svizzera.

Dr Ciabattoni, ci racconta da dove è partito?

Nella vallata del Tronto quando ho cominciato a fare questo lavoro eravamo davvero in pochi. Avevo terminato il corso  triennale a Roma di Massofisioterapia e ho avuto la possibilità di lavorare un anno con il settore giovanile dell'Ascoli Calcio. Poi sono stato assunto da una grande azienda , la SGL Carbon che aveva uno studio di fisioterapia per dipendenti e gruppi sportivi di calcio e pallavolo in particolare.

Nel corso degli anni il mondo della fisioterapia è notevolmente cambiato. E’ nato il corso di laurea, mi sono iscritto all'Università e laureato a Chieti. Successivamente  ho deciso di aprire uno studio privato.

Anche la figura del fisioterapista si è evoluta negli anni. Da semplici esecutori delle prescrizioni mediche abbiamo acquisito una migliore professionalità. Grazie a corsi di formazione e di specializzazione post laurea  siamo diventati figure sanitarie con competenze più ampie acquisendo nel corso del tempo una maggiore autonomia.  Quando lo racconto ai miei figli, Fabio e Laura, laureati in Fisioterapia che lavorano con me e ai giovani colleghi,  noto che faticano ad immaginare com’era il mondo della fisioterapia trentacinque anni fa.

In questi trent’anni come ha scelto gli elettromedicali e come li ha inseriti all’interno della sua professione?

Sono sempre stato convinto che la nostra professionalità dipenda dall’attenerci a protocolli scientifici validati dal punto di vista clinico, sia per quanto riguarda la terapia manuale che strumentale.Ecco perché le tecnologie elettromedicali che ho acquistato negli anni sono sempre state di marchi leader che hanno la solidità per investire nella ricerca, piuttosto che nel marketing. Questo è stato il leitmotiv che mi ha guidato in questi trent’anni nella scelta della strumentazione ed ecco perché oggi ho voluto introdurre Storz Medical.

Con l’esperienza ho capito anche che il distributore ha un ruolo importante per tutto il post vendita: dalla formazione, all’assistenza tecnica, alla consulenza. Insomma, ci deve essere. Una apparecchiatura ha bisogno di un grande supporto nel post vendita. Mi aspetto da un rivenditore che mi aggiorni sui protocolli, che mi affianchi nella formazione continua e che, se ho un problema, intervenga nel più breve tempo possibile.

Perché oggi ha introdotto Magnetolith nel suo studio?

Oggi gran parte dei nostri  pazienti soffre di patologie croniche degenerative. Abbiamo sportivi, neurologici, ecc. ma le artriti, così come le gonartrosi, le coxartrosi o low back pain aspecifico ed ernia del disco, sono di gran lunga le più impattanti in termini numerici. La terapia fisica tradizionale  non è sempre sufficiente a togliere quel dolore continuo e spesso invalidante. La scelta di inserire Magnetolith è stata dovuta proprio al fatto che volevamo migliorare la loro qualità di vita. E oggi abbiamo un’arma in più, un’arma particolarmente prestigiosa e per la quale abbiamo fatto un investimento importante.

Tecnomedical (distributore Storz Medical) mi ha dato la possibilità di provare l’apparecchiatura per un mese (8 trattamenti, 2 a settimana) e in questo periodo sono stati effettuati molti trattamenti su  patologie degenerative articolari e i risultati sono stati molto interessanti. Nel corso delle terapie il dolore diminuiva progressivamente con notevole sollievo dei pazienti.

Quali sono i vantaggi della terapia con EMTT?

Dal punto di vista dell’operatore il vantaggio del Magnetolith è notevole, basta  posizionare l’applicatore di impulsi sulla zona da trattare tramite un braccio di sostegno, scegliere il giusto dosaggio e la giusta frequenza. Non è necessario spogliarsi e la terapia dura pochi minuti.

Integra EMTT con altre terapie?

Sicuramente con la terapia manuale. Tutte le apparecchiature vanno integrate in base alla patologia e al paziente e vanno inserite in un protocollo terapeutico più ampio. Il Magnetolith in questo senso non si discosta dalle altre terapie.

Vuoi avere maggiori informazioni su Magnetolith?


polito-e-onde-durto-1200x1600.jpg
26/Nov/2020

Dr Massimo Polito, Dirigente Medico della Clinica Urologica e Responsabile della U.O.S. di UroAndrologia presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti Torrette di Ancona.

 

Recentemente il il Dr.  Polito ha deciso di attivare il servizio di onde d’urto a bassa intensità di tipo focale acquisendo una apparecchiatura ad onde d'urto focali DUOLITH T-TOP Storz Medical.

Dr Polito, cosa l’ha spinta ad attivare questo servizio terapeutico per i suoi pazienti? Patologie come Disfunzioni erettile, IPP, dolore pelvico cronico e  prostatite sono molto diffuse tra la popolazione?

La Disfunzione Erettile (DE) è presente in moltissimi pazienti. E' un disturbo trasversale che colpisce in varia gravità e forme moltissimi uomini, in varie classi di età e riconoscendo numerose cause che la determinano;  la maggior parte dei pazienti  ha utilizzato almeno una volta terapie per contrastarla. C'è un boom di formulazioni terapeutiche (compresse, prodotti solubili, gocce, dispositivi, ecc) per ritrovare serenità sessuale, spontaneità e naturalezza nell’atto. La gestione dell’inquadramento diagnostico, le possibilità terapeutiche molteplici e varie è bene che siano sempre eseguite ed attuate in ambiente e professionisti certificati.

 

Per quanto riguarda l’IPP (induratio penis plastica o incurvamento del pene), questa è una condizione diffusa più di quanto si creda, provoca preoccupazione e ansia nei pazienti, è caratterizzata da una triade di sintomi: erezione di qualità ridotta, dolore durante l’erezione e sensazione di riduzione volumetrica, curvatura. L’ipotesi più accreditata è che si tratti di una patologia autoimmune caratterizzata da ispessimenti fibrosi, denominati placche, in una o più parti del pene, la zona colpita è l’albuginea dei corpi cavernosi. L’età più colpita è la 5° e 6° decade di vita, quindi in soggetti ancora attivi sessualmente, al riguardo sono in Corso diversi studi epidemiologici di settore.
 
La sua incidenza nella popolazione maschile si ritiene possa giungere fino al 7%. Tuttavia, la cifra è da considerarsi sottodimensionata, vista la mancata o in alcuni casi tardiva diagnosi. Gli uomini italiani infatti tendono a trascurare il fastidio che la patologia manifesta sin dalla fase iniziale. Eppure, chiedere subito un consulto specialistico e intervenire con la cura adeguata già dai primi sintomi sarebbe importante per accelerare la guarigione o modificare il decorso della malattia in senso migliorativo.

Stesso problema si ha nei disturbi infiammatori cronici della prostata, quest’ultima affligge categorie di pazienti molto più giovani.


Perchè la terapia ad onde d'urto FOCALI?

Questa nuova tipologia d'intervento contro la disfunzione erettile (sintomo presente in tutte le precedenti condizioni) garantisce buoni e lusinghieri risultati, soprattutto perché non presenta effetti collaterali e perché è mirata ad ottenere effetti duraturi nel tempo - Recenti studi hanno dimostrato che circa il 70% dei pazienti sottoposti al trattamento abbiano avuto netti miglioramenti della funzione erettile. Uno dei principali aspetti positivi di questa moderna terapia è la durata dei risultati, oltre che sicurezza ed efficacia. Non necessitando di anestesia, è inoltre poco invasiva: la prassi prevede l'applicazione di 3.000 onde d'urto ai corpi cavernosi con energie e frequenze  variabili, con 1 o 2 applicazione settimanali per un totale di 6 trattamenti per le DE. 

 

Sono presenti nel mercato molte apparecchiature medicali che si propongono nel trattamento di DE e IPP. Perché Storz Medical? Che criterio ha usato nella scelta?

Storz Medical è l’azienda numero uno al mondo nelle onde d’urto a bassa intentensità e ne conosciamo bene l’efficacia. Esiste una letteratura scientifica con le onde d’urto Storz e ai miei pazienti propongo una terapia che è validata clinicamente. Ci sono delle caratteristiche tecniche ben precise che deve avere un’onda d’urto focale per essere funzionale alla terapia andrologica. La SIA (Società Italiana di Andrologia) ha recentemente pubblicato un documento per chiarire questo aspetto e le apparecchiature che rispondono ai requisiti suggeriti sono davvero poche.


laserterapia-assistenza.png
26/Nov/2020

Fai un check up gratuito dell'effettiva potenza di emissione del tuo laser.

La promozione è valida fino al 30 settembre.

I laser di vecchia generazione col tempo possono perdere la loro potenza originaria, ecco perchè devi farli controllare periodicamente.

I dispositivi Laser di vecchia generazione a causa dell’invecchiamento naturale degli apparecchi, oppure della opacizzazione delle ottiche o del disallineamento delle sorgenti, perdono potenza e quindi perdono di efficacia.

Se pensi che con il tuo laser non ottieni più gli effetti che ottenevi all'inizio devi considerare che l’usura ed il mancato aggiornamento incidono sulle sue prestazioni e sulla efficacia terapeutica.

L’impatto della potenza sulla terapia è fondamentale perché questa influisce sulla quantità di fotoni che arrivano in profondità attivando da parte della cellula le risposte metaboliche e fotobiomodulanti che sono caratteristiche della laserterapia.

L’effettiva potenza del Laser è indicata in una apposita targhetta gialla posta sul retro dell’apparecchio dal produttore.

La normativa vigente prevede che tale potenza corrisponda all’effettiva emissione   (con la tolleranza prevista dalla norma EN 60825-1) ed ecco perché è indispensabile controllare periodicamente quanta energia eroga realmente il tuo apparecchio laser.

I laser sono in continua evoluzione, hanno una importante evidenza clinica e sono di grande aiuto in molte patologie muscolo scheletriche ma è indispensabile che il loro funzionamento sia conforme a quanto progettato.

NORMATIVE IN MATERIA DI LASER

L’attuale quadro normativo regolarizza l’impiego e le relative procedure per la gestione delle apparecchiature attraverso misure generali di tutela a carico dei proprietari di laser.

Come tutte le apparecchiature anche i laser devono rispettare gli obiettivi di sicurezza delle direttive applicabili, come ad esempio la direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE.

In materia di Laser la normativa vincolante a livello internazionale è la IEC 608 25-1.

Tecnomedical contribuisce alla ripartenza dei fisioterapisti e i poliambulatori dopo il lockdown mettendo a disposizione il proprio personale tecnico per verificare gratuitamente le condizioni del tuo Laser.


PRENOTA UN CONTROLLO GRATUITO 


26/Nov/2020

La terapia extracorporea a trasmissione magnetica (EMTT®) con MAGNETOLITH® apre nuove possibilità nei settori della rigenerazione e della riabilitazione. Tra i campi di applicazione si annoverano le patologie dell’apparato locomotore come, per esempio, dolori alla regione lombare e tendinopatie della cuffia dei rotatori o dell’achilleo.

La EMTT® si distingue dalle altre forme generiche di magnetoterapia o PEMF (terapia che sfrutta i campi elettromagnetici pulsati) per la sua elevata frequenza di oscillazione, compresa tra i 100 e i 300 kHz. Questa caratteristica consente un’elevata profondità di penetrazione (18 cm), rendendo possibile un’ampia gamma di indicazioni terapeutiche.

In breve

  • Terapia ambulatoriale non invasiva – praticamente priva di effetti collaterali
  • Ampia gamma di applicazioni terapeutiche
  • Elevata frequenza di oscillazione con una maggiore profondità di penetrazione

MAGNETOLITH – Extracorporeal Magnetotransduction Therapy – EMTT
Trattamento statico con braccio di sostegno: Esempio spalla / Trattamento dinamico: Esempio garretto

Evidenza di significativi effetti terapeutici con gli apparecchi STORZ MEDICAL EMTT®
Krath, A. et al., Journal of Orthopaedics, 14(3):410-415, 2017.
Electromagnetic transduction therapy in non-specific low back pain: A prospective randomised controlled trial
Klüter, T. et al., Electromagnetic Biology and Medicine, 37(4):175-183, 2018.
Electromagnetic transduction therapy and shockwave therapy in 86 patients with rotator cuff tendinopathy: A prospective
randomized controlled trial.
Gerdesmeyer, L. et al., The Journal for Foot and Ankle Surgery, 56(5):964-967, 2017.
Electromagnetic Transduction Therapy for Achilles Tendinopathy: A Preliminary Report on a New Technology.
Klüter, T. et al., Journal of Orthopedic Research and Therapy: JORT-1113. DOI: 10.29011/2575-8241.001113, 2018.
Electromagnetic Transduction Therapy in Patients with Chronic Aseptic Osteitis Pubis
Ringeisen, M., Ludger, G., Presentation at the annual congress of the umbrella association osteology (DVO), March 2018, Dresden.
Therapie traumatisch/mechanischer Knochenmarködeme mit Elektromagneto-Transduktionstherapie (EMTT).


MAGNETOLITH® nella prassi quotidiana

Il trattamento con MAGNETOLITH® è semplice e confortevole:

  • Il paziente non deve togliere i vestiti
  • Lavoro efficace con affaticamento ridotto
  • Possibilità di posizionare l’applicatore di impulsi manualmente o mediante il braccio di sostegno flessibile
  • Un trattamento dura circa 5-20 minuti, in base alle indicazioni
  • Frequenza regolabile fino a 10 impulsi/s

Caratteristiche principali di EMTT®

  • Campo magnetico ad alta frequenza (100 – 300 kHz)
  • Funzionamento continuo e affidabile grazie all’applicatore di impulsi raffreddato ad acqua
  • Meccanismo »Click & Connect« per un posizionamento flessibile dell’applicatore
  • L’applicatore di impulsi può essere sostituito in modo semplice e veloce
  • Touch screen integrato per regolare l’intensità, la frequenza di applicazione e il numero di impulsi

MAGNETOLITH – Extracorporeal Magnetotransduction Therapy – EMTT
Funzionamento intuitivo grazie al touch screen semplice da usare / Applicatore per un semplice utilizzo

Campi di applicazione tipici di EMTT®
Patologie muscoloscheletriche

  • Disturbi articolari degenerativi
    Patologie degenerative come, ad esempio, artrosi (ginocchia, anche, mani, spalle, gomiti), ernia del disco, spondiloartrosi
  • Terapia antidolorifica
    Dolori (cronici), per esempio dolori alla schiena, lombalgia, contratture, radicolopatie
  • Infortuni sportivi
    Infiammazioni (cronici) tendinee e articolari, sindrome da sovraccarico del tendine, osteite pubica

RICHIEDI PREVENTIVO


Tecnomedical srl Via Caduti sul Lavoro, 6 · 60019 Senigallia (AN) · T. 071 7924993 · E. info@tmedical.it · P.I. 02495250421 · Informativa Privacy

Copyright © 2018-2020. Tutti i diritti riservati. Powered by Pikta Studio